PERCHÉ NON SCOPPIA PIÙ UN SESSANTOTTO! - Ivano Spano

Pubblicato il 13 mag 2019
Dona oggi, resta libero domani. Con Paypal: www.paypal.me/byoblu. Con altri mezzi: www.byoblu.com/sostienimi#comesidona
___
La crisi del Capitalismo che stiamo vivendo e che sta segnando negativamente e profondamente la nostra esperienza, è crisi di lungo periodo e investe tutta la realtà.
Il suo superamento diventa un compito inderogabile e urgente in quanto i suoi imperativi, le sue regole, la sua stessa natura si sono mostrati incompatibili con la conservazione della vita e minacciano, oltre alle basi naturali di quest'ultima, la possibilità di caricarla di un senso comprensibile.
Il Capitalismo non regge più la sfida della storia ovvero quella che è stata, di fatto, la sua "religione", una ideologia con cui ha ottenuto il consenso e ha sottomesso le masse: la coincidenza tra interessi privati (del capitale) e interessi pubblici (di ognuno di noi).
La crisi esprime e sottende, soprattutto, la necessità urgente di ricercare un "orizzonte di senso" che si apra all'esigenza di emancipazione, di autonomia e di reale libertà. Non è, dunque, che il processo attraverso il quale una nuova forma di vita sociale preme per venire alla luce.
Byoblu intervista il professor Ivano Spano, autore del libro "Per l'autogoverno della società civile", contenente un saggio di Paolo Maddalena.
Spano è docente senior dell'Università di Padova, psicanalista e responsabile del Gruppo di Studi Politici e Ricerca denominato "Democrazia locale, aldilà del politico, una rivoluzione dal Basso". È stato vincitore del concorso dell'Unione Europea per l'organizzazione e la gestione dell'Alta Scuola di Perfezionamento su "Complessità sistemica e sviluppo sostenibile", ha organizzato e diretto la Scuola Superiore di Criminologia e Criminologia clinica dell'Université Européen Jean Monnet di Bruxelles e la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia e di Specializzazione in Naturopatia della stessa Università. Dal 2016 Segretario Generale e Docente dell'Università Internazionale delle Nazioni Unite per la Pace. È responsabile di molte ricerche di rilevante interesse nazionale ed è autore di oltre 70 volumi a carattere scientifico.
Su Byoblu, oggi lo intervista Francesco Carraro, scrittore, giornalista e avvocato.
___
Vieni a discuterne qui, siamo già a centinaia di migliaia: www.byoblu.com/unisciti-alla-grande-comunita-byoblu-telegram

Commenti

  • tanta stima per il sg Spano, ma rimane un sessantottista duro e puro col pugno chiuso, il che non e´ proprio una qualita´, anzi, oggi come oggi abbiamo ereditato quello che tutt´ora si chiama la liberta´ sessuale combinata con l´uso di droghe, e tanto altro, in realta´ sappiamo tutti do cosa si tratta, a nostre spese...

  • i giovani pronti al 68 ci sono, eccomi qua, mentre i miei coetanei mi prendono per complottista fascista!

  • Caro proffesso, alla romana. Siete passati a una infinità di argomenti. Alcuni sono da me ben conosciuti e approfonditi e rilevo 2 inesattezze. La prima : che se lei prende uno stipendio come dipendente non paga le tasse. Le tasse le paga chi le da il lavoro, che è colui che crea ricchezza. Oltre a considerare che prendera una infinita di stipendio calcolando che al mondo il 90 % della popolazione vuole fare lo stipendiato . E quindi calcoli che concorrenza ha; e quindi si ritenga un fortunato. Quasi tutti i stipendiati non creano richezza sono di ausilio, necessari, solo in pochi casi gli stipendiati creano richezza ad esempio i ricercatori se scoprono qualcosa di sconosciuto e creano conseguente richezza per la società. Dipende proffesso se qualche suo studente è stata una eccellenza e ha contribuito ad una scoperta lei sta nella filiera ovviamente. Ma cio non toglie che la maggioranza di coloro che prendono uno stipendio non pagano le tasse e poco contribuiscono alla richezza. Su come funziona la stampa dei soldi lo ha spiegato incomprensibile.

  • il popolo alza la testa solo con i morsi della fame, senza tetto sulla testa

  • Bravissimo anche il conducente ! Grazie!!!

  • Bravissimo Ivano Spano ! Grazie !

  • PROFF. AVV. SONO UN IGNORANTE E DA IGNORANTE IL MIO PUNTO DI VISTA NON CONTA ASSOLUTAMENTE UN FICO SECCO CIOE' CI VUOLE UN COLPO DI STATO GLI ALTI GRADI DELLE FORZE MILITARI I POCHI CHE NEL VERO SENSO ONORANO LA DIVISA I VERI PATRIOTI FACCIANO UN PO' DI PULIZIA IL PIU PULITO A LA ROGNA CHI CI A GOVERNATO E DI CHI CI GOVERNA DA MINIMO 60 ANNI VERO RESTEREMO LA META IN ITALIA MA RIEMPIREMO LE CASSE DEL NUOVO STATO ALTRIMENTI SARANNO SEMPRE PAROLE

  • Ma !!!! Ora anche questo signore parla! Ma dove era prima!

  • eccezionale quest'uomo !

  • Sono commosso, mi sento a casa...il frutto di anni di lavoretti e lavoricchi, stagionale in fabbrica, operaio metalmeccanico di qua e operaio di là è stato, per me, lo sviluppo di una visione del mondo e della vita che si riflette perfettamente nelle tesi del professor Spano (per non citare anche Malvezzi, Grassi, Bagnai tra gli altri). La cosa che trovo atroce e in un certo senso paralizzante è la mancanza di risposta alle mie provocazioni da parte di coetanei, colleghi, perfino in famiglia. Mi sento un paria ogni volta che argomento le mie idee, l'idea di andare in piazza a esporle è tanto intrigante quanto triste: so già che mi aspetta lo scherno se non addirittura il disprezzo di chi dovrei stimolare e convincere. Forse è la mia dialettica, non so, forse dovrei essere più frontman, più bomber, più figo e rinunciare al ricorrere alla sola forza delle idee...per quanto mi riguarda - non so se questa cosa riguarda solo me o se anche altri si rivedono in questa situazione - è l'incomunicabilità che fa più male della passività...è l'incapacità di abbattere con la mazza un muro che si è fatto di gomma. P.S. Grazie a Messora e a Carraro per questo pane per la mente!

  • Per quanto io sia d'accordo con i principi che sono alla base del video va detto che ci sta un'ignoranza drammatica in ciò che dicono riguardo alla creazione di moneta ed è una questione che purtroppo si sente spesso, credo fortemente che mettere in luce questi problemi inesistenti derivanti semplicemente dati da una sostanziale ignoranza rende impossibile parlare dei problemi veri. Capite come funziona davvero il sistema finanziario e allora potrete proporre davvero delle soluzioni, continuate a parlare di signoraggio, sovranità monetaria, e che la BCE e la banca d'Italia sono private e non farete altro che lasciare che tutto resti come è sempre stato

  • Il 68 ? Ha partorito solo merde e papponi al soldo dei massoni.santoro saviano lerner capanna brigatisti .tutte merde miliardarie al soldo dei roschild

  • Bella e interessante intervista grazie byoblu

  • Rispondo al titolo del video: bhee...bheee

  • Ci mancherebbe un nuovo disastro, un nuovo 68. Il 68 del nuovo millennio sono le migrazioni, il politicamente corretto LGBT ecc. ecc.

  • Certo legittimo e plausibile riduzione orario lavoro a parità d salario ditelo a tridico x cortesia grazie

  • Mi sembra molto coincidente con quello che dice Marco Mori.

  • L'incubo odierno E' FRUTTO del '68

  • RIVOLUZIONE ARMATA E L'UNICA SOLUZIONE PER ELIMINARE I GRASSI LADRI CRIMINALI CAPITALISTI AVIDI SCHIFOSI

  • Il vero problema per iniziare oggi una rivoluzione è il individualismo. Attualmente non credo esista nessuno movimento sociale che inizi dal basso, credo tutti movimenti, partiti politici, manifestazione, etc. sono stati creati (e pagati) da gruppi da potere che hanno soldi per manipulare i media e confundere. Dopo le masse si uniscono credendo che anche la sinistra e la sinistra e così pian piano i ricchi dal mondo hanno sottomesso alle massa dominando tutte le sfere prima sociale. Anche la salute dei cittadini sta in mano dal capitale ma quanto dobbiamo aspettare. Ringrazio a Ivano Spano per la riflessioni e sarebbe l'ora di iniziare un 68 quando la sovranità del popolo italiano non esiste. Il problema dei giovani è della maggioranza dei adulti è l'ignoranza da una parte e dall'altra la paura dov'è non esisteranno piu relazione umane e la nostra identità sta sfuggendo. Senza dubbio credo che ci hanno tolti il tempo per riflettere e ci sono millioni di distrazione che ci impediscono di pensare. Se non siamo in grado di rendersi conto che ci hanno rubati il tempo sarà inutili fare una rivoluzione pacifica

  • Il prof, dimentica che nei primi anni '70 l'Inps fu invasa da funzionari provenienti dal sindacato che insieme ai padroni hanno devastato l'inps che non era stato istituzionalizzato per quello scopo , la colpa va ad entrambi.

  • Il sessantotto non scoppia perche ormai sono scoppiati tutti... É stato il male dell italia e la gente é passata al sessantanove

  • il 68? droga sesso e rock roll. ma quale rivoluzione.

  • Il 68 è stato la rovina d'Italia.

  • 1:24:30 sul discorso delle apparenze e del diffidare, e in senso ampio sul complottismo: non importa molto se la struttura sia o non sia calata dall'alto; l'importante è domandarsi se questo possa essere plausibile e individuare gli obiettivi e attuare gli interventi per prevenirne la futura ( o possibile nel presente ) creazione di tale struttura .

  • i centri sociali LUME+RETE STUDENTI+CSOA+CASC.LAMBRATE+ZAM+ MILANO IN MOVIMENTO vanno rasi al suolo ab imis fundamentis.sono minus hanbens,neet,petomani,illegali. salvini pensaci tu dai ordine al prefetto di procedere a mazzate e demoliteli.

  • Nessun sessantotto. I giovani sono ipnotizzati sullo smartphone. Poi i maschi moderni ,femminilizzati al 95%, con i loro fisici mingherllini e poco muscolosi è una battaglia già persa.

  • PERCHÉ NON SCOPPIA PIÙ UN SESSANTOTTO? Perché per manifestare adesso devi chiedere il permesso a loro !!!!

  • Bella intervista. Forse...Parla solo l'avvocato. La prossima volta magari fatela a lui. Sara' il suo ruolo naturale.

  • 30:31 La risposta è semplice ma complessa allo stesso tempo. La gente non reagisce perchè è in uno stato di coscienza alterato,voi mi direte alterato da cosa? beh.. qui le risposte sono tante e dovrete cercarvele da soli anche perchè le risposte stanno già dentro di voi. Comunque complimenti bella intervista!! dovrebbero trasmetterla in diretta nazionale!!! 1:23 Quello che dice il professore è verissimo ed è praticamente quello che accade oggi giorno anche se non ci si rende conto. Mi spiego meglio.. Faccio una premessa io sono del parere che le malattie non esistono. Ma è quello che accade a chi muore di morte non naturale,ossia il corpo è talmente intasato da metalli pesanti muco stagnante glutine che ormai nell'intestino è colla ,questo fa si che come dice il prof l'elastico del corpo umano si rompa e si faccia un viaggio nell'aldilà?

  • Con una mentalitá rivolta al passato, teorie monetarie non competitive. Esiste da dieci anni Bitcoin...

  • Grazie Claudio per aver dato spazio a questo grandissimo uomo che è Ivano Spano. Un grazie di cuore a tutti e due per questo splendido scambio.

  • Perchè non scoppia un altro 68 ? Perchè il neoliberismo col primo 68 ha già ottenuto tutti gli obiettivi che si era prefisso. Non ha bisogno di crearne un altro. Oggi, grazie al 68, siamo merce nelle mani di pochi. Se poi crede che il 68 sia stato qualcos'altro oltre alla mercificazione della società, beh, contento lui. Almeno morirà contento. Non incazzati come noi.

  • Complimenti all intervistatore, preparato, chiaro, preciso e pertinente

  • Oops...torna la visione marxista della storia. Interessante. Un po' banalotta pure...autogoverno, sindacato, comitati, cambiamento, forze adeguate, potere occulto, 68, rivoluzione, regie occulte...di fronte ad una politica ignorante come quella attuale , fatta di selfie e social...qualcuno che parla di qualcosa , anche se assolutamente illusorio e utopistico fa un po' rumore. Peccato che a parte qualche rumorino certi discorsi sono assoltamente antistorici e se pure belli dal punto di vista degli intenti , appaiono più provocatori che utili.

  • Al min 10 cosa vuol dire "regime che ci ha governato ed ha PRODOTTO la 2 guerra mondiale?" non mi pare che il fascismo, tra tutti i suoi demeriti, abbia prodotto la 2 guerra mondiale, ed ormai è storia nota che la 2 come la prima è nata dalla situazione di crisi socioeconomica innestata dal primo liberismo, di cui mi pare tutto sommato che il fascismo fosse semmai nato come reazione avversa. E ritengo altresì che sia ora di chiamare le cose col loro nome, la "resistenza" e la liberazione (da cosa poi, da noi stessi?) è stata una sanguinosa guerra civile, con crimini efferati e spesso gratuiti da ENTRAMBE Le parti

  • discorsi senza senso nel dopo guerra non c'èra molta concorrenza era bello vincere facile

  • interessantissimo grazie di questa intervista

  • SIAMO IL PRODOTTO DEGLI USA dalla fine della GUERRA, proprio non ce la fate a capirlo!

  • A Cardito (Na) ci sono parecchie persone che non lavorano, però nonostante le loro competenze è stata abbandonata una scuola perché non ci sono i soldi per aggiustarla. Ma che Politica è, chi può spiegarmelo?

  • Alcune cose giuste come l'incapacità di linguaggio di molti giovani ,come la ridicola presenza dell'inglese nel linguaggio comune ,come la follia della crescita continua.....alcune cose ridicole e criminali come aumentare la tassazione dei risparmi (già tassati all'origine) che già è più che raddoppiata dal 12 al 26% !

  • il neo liberalismo finanziario ha constatato che in una economia di superproduzione l'USURA e' l'attivita' che produce piu' profitti che la produzione stessa producendo consumi con prestiti su prestiti garantizzati dalla sovranita' della nazione..

  • È mio parere che un futuro come descritto dal professore non è auspicabile. Il capitalismo funziona, il vero capitalismo però, non quello moderno corrotto dalla finanza e dalle banche. La competitività è fondamentale per la felicità dell'essere umano e il capitalismo è in grado di esprimerla a pieno. Basterebbe applicare il capitalismo con qualche modifica e tutto funzionerebbe a dovere, chi è in grado e ne ha voglia va avanti, gli altri restano indietro.

  • Si ma quando parlate dei soldi e del debito dovete anche dire " DEBITO di che cosa esattamente" , quando i famosi mercati, le banche, i cosiddetti specialisti del debito ci fanno credito con che cosa lo fanno ? cosa ci prestano esattamente ? con che cosa esattamente comprano i titoli di stato ? di che cosa è fatto il loro denaro, esattamente ? DITELO !!!

  • concetti fondamentali espressi da entrambi

  • VOGLIO SEGNALARE CHE QUESTO VIDEO NON ERA BEN FRUIBILE, OGNI TANTO SI INCEPPAVA E SALTAVA... SPERO NON SIA UN BOICOTTAGGIO DEI FOLLOWERS DI BYO BLU

  • UNITEVI e la popolazione capirà che non siete cani sciolti e vi ascolterà

  • DOVETE METTERE INSIEME TUTTI QUESTI LUMINARI, FILOSOFI , ECONOMISTI, SOCIOLOGI PER DARE UN SEGNALE FORTE A TUTTA LA POPOLAZIONE CHE DOVRÀ RISVEGLIARSI DAL LETARGO

  • SONO PRONTA A SCENDERE IN QUALSIASI PIAZZA INDICHERETE!!!!!!!

  • Sinceramente ma ci sono professori preparati a educare i giovani alla nuova realtà o anche molti di loro non capiscono la realtà in cui viviamo

  • Abbiamo un autistico ogni 90 bambini nati??!!!! Vogliono renderci incapaci di capire e reagire alle loro violenze economico finanziare Una massa di schiavi inermi senza alcuna speranza di rialzarsi

  • Il '68? E la strategia della tensione vi stava bene.... Questo lo scrivo in risposta a certi farneticanti proclami che chiamano "commenti".Secondo Me il '68 sarebbe finito presto se non ci fossero stati quegli atti terroristici. Iniziate col mettere nome e cognome per non essere scambiati per trolls.

  • dal minuto 1.25 Kennedy spiega tutto in poche parole,non a caso.....

  • Non mi trovo molto d'accordo con questo punto di vista. Non si tratta di una crisi economica "di crescita"..

  • 1:16:10 ma che sorpresa scoprire che il figlio di un 68ino è una zecca

  • non si arriva ad un altro 68 perchè i ragazzi ascoltano chi la Pausini e chi Sferaebbasta; d' altro canto, con i genitori che postano su facebook o se la menano su uottsapp, cosa dovrebbero fare?

  • Perché siamo nel 2019 e non nel '68! Nel 2068 avrete un altro '68, non preoccupatevi, va tutto bene.

  • Non zombie che si preoccupano del lavoro fisso e di sposarsi. Questo tipo di mentalità non cambia il mondo, il mondo lo cambiano i pazzi non gli omologati col SUV e il mutuo. Ma non devo essere io che ho quasi 50 anni a dire queste cose, pero' le dico perché mi faccio un vanto di non aver mai desiderato una vita come gli altri. Per me libertà di essere prima di tutto, e non ho interesse al lavoro fisso.

  • Intervista molto bella, l'unica parte che non ho apprezzato è stata quando l'intervistatore ha fatto passare per tragico la flessibilità del lavoro e che i giovani non si ribellano per il lavoro. Ma non è che avere il lavoro fisso alla Fantozzi e la famiglia siano le cose più importanti della vita eh! Basta far passare per valori sta roba deprimente legata al campa da schiavo-consuma-crepa. Che molti giovani siano ignoranti e superficiali è vero, ma la risposta non è certo offrir loro un lavoro fino alla pensione e una vita da omologato consumista. Ci vogliono semmai giovani ribelli, che bruciano come diceva Kerouac (frase molto amata da Malvezzi), che vivono le loro emozioni senza paure, nel presente, e hanno voglia di scoprire il mondo e la sua bellezza e se stessi,

  • L'avvocato proprio non riesce a sintonizzarsi col Professore.