MovieBlog- 695: Recensione IT- Capitolo Due

Pubblicato il 4 set 2019
▆ ▇ █NON FARE IL PIGRO E APRIMI█ ▇ ▆
Purtroppo, almeno per me, davvero deludente. Un film inferiore al predecessore, che paga amaramente la scelta di dividere nettamente la storyline del passato da quella del presente. Troppo lungo, concentrato suglie lementi sbagliati, con interpretazioni scialbe anche da parte di attori che sono noti per la loro bravura. Inoltre è davvero troppo comico, al punto che anche Pennywise diventa irrimediabilmente ridicolo, purtroppo. Buono invece il comparto tecnico, con un'interessante regia di Muschietti e le musiche di Wallfisch, che sono indubbiamente ottime. Per il resto, poco da dire.
Link alla recensione scritta per Tom's Hardware:
www.google.it/amp/s/www.tomshw.it/culturapop/it-capitolo-due-film-2019-stephen-king/%3famp
Link al mio Twitch: www.twitch.tv/victorlaszlo88real

Le maglie di Pampling mostrate:
- I Want to Brick free: www.pampling.com/productos/5777-I-Want-to-Brick-Free#trnd:path:/simple-chat/288,persona:211
- The legendary Coffee: www.pampling.com/productos/5850-The-Legendary-Coffee#trnd:path:/simple-chat/288,persona:211
- We're Going to Be Ok: www.pampling.com/productos/5855-We-re-going-to-be-okay#trnd:path:/simple-chat/288,persona:211

Trovate tutte le magliette che indosso nei video sul sito www.pampling.com/#trnd:path:/simple-chat/288,persona:211 , se usate il codice sconto VLASZLO avete il 15% e per tutto dicembre se lo utilizzate non pagate le spese di spedizione!
Se usate il codice POWER25 per acquisti superiori ai 50 euro avrete invece il 25% di sconto!

*-*-* Victorlaszlo88 fa parte del Programma di Affiliazione di Amazon *-*-*

▼▼ SE TI INTERESSA ECCO I LINK PER ACQUISTARE DA AMAZON ▼▼

- Film Warner in offerta: amzn.to/2OUBc9Y

- Novità Disney in offerta: amzn.to/2Qb2myf

- Film Disney in offerta: amzn.to/2QUvYwV

- Offerte Universal in offerta per serie tv: amzn.to/2zjrb16

- Offerte film universal in offerte: amzn.to/2Tv3ATV

- Offerte Cult Universal: amzn.to/2QZopoT

Commenti

  • Troppo bello "Parlo del CGI e arriva l'ambulanza!"e si sente l'ambulanza in sottofondo😂😂😂😂😂bellissimo video e concordo con tutto tranne x Richie che mi è sembrato bonazzo ma ovviamente un opinione personale

  • mi aspettavo delle scene piú horror ed un pennywhise piú cattivo, piú tutto. dovrebbe essere un super mostro che mangia i bambini ed invece sembra il cattivo dei film disney

  • Hai detto bene! Aspettative tradite. La penso esattamente così. Per quanto sicuramente non lo trovi così brutto da non essere visto, non l'ho trovato allo stesso livello del primo... Anche per il semplice fatto che la prima parte mi ha lasciato ansia (paura no perché raramente ho paura di un horror). La seconda parte invece l'ho vista in tutta tranquillità, come se IT non fosse lo stesso personaggio.

  • ho appena visto (sh)IT... ho provato imbarazzo

  • Io ti stimo fortemente per l'accostamento con Ciprì e Maresco.. Hai fatto un bellissimo collegamento

  • 31:36 Mike è rimasto a Derry, è lui il bibliotecario p.s: Sei un grande, ciao Vic

  • Vic,di solito sono d'accordo con te ma qui mi trovo disaccordo in una maniera impressionante.Ho trovato questo film molto superiore a molti altri horror che hai lodato,io l'ho trovato veramente ben fatto,forse un pelino inferiore al primo capitolo ma comunque ben strutturato,buoni personaggi e fedele al romanzo di Stephen King.Buonissimi personaggi(Richie su tutti) ,storia ottimale e flashback ben fatti(quello della statua preso dal romanzo vale da solo il prezzo del biglietto).Di difetti ha l'eccessivà lunghezza e ripetività,qualche scena mal fatta e qualche personaggio inutile.Voto:7.5

  • Premetto che ho sempre trovato molto più avvincente la storia dei ragazzini, rispetto a quella degli adulti, ma alla fine, per quanto appunto abbia preferito il primo capitolo, questo film non mi è dispiaciuto. Certo, ci sono delle cose che mi hanno fatto storcere un po' il naso, come i troppi jumpscare che non erano niente di che, o la questioni di Bowers. Per quanto riguarda la profondità e psicologia dei personaggi, ti capisco e appoggio il tuo parere, anche se ho apprezzato particolarmente il rapporto tra Richie ed Eddie, e come sia stato reso il sentimento di Richie nei confronti di Eddie e la "battaglia" tra Bill e il suo senso di colpa. Detto ciò, apprezzo la tua recensione, il fatto che tu abbia voluto condividere il tuo parere, e rispetto il tuo punto di vista, ovviamente, ma tra le persone qui sotto vedo molta ignoranza. Perché non vedere il film di persona e farsi una propria idea, piuttosto che basarsi sul parere altrui? Ognuno ha i propri gusti e, si suppone, che ognuno abbia un proprio cervello con cui poter pensare, quindi, imparate a farne un buon utilizzo.

  • Delusione. Film inutilmente lungo,con una parte centrale ripetitiva e noiosa. Alcuni personaggi completamente snobbati. Finale grottesco.clown, clown, clown,sei un clown... Ma che fesseria è? Poi quando cambiano particolari inutili che non aggiungono niente mi dà veramente fastidio.tipo il padre di Henri bowers che da contadino ignorante, violento, razzista e ubriacone,diventa lo sceriffo del paese 🤦🏻‍♂️. In ogni caso: 1)Sia nel romanzo che nella miniserie non c'è nessun accenno alla presunta omosessualità di Richi.anzi,da ragazzo anche lui è innamorato di Bev. Personalmente l'ho trovata una stupidata inutile,che non aggiunge niente alla storia o al personaggio. 2)sia nel romanzo che nella miniserie non si fa mai accenno alla presunta finta malattia di Bill.lui si incolpa della morte del fratello,certo.ma solo perché non era con lui.altra cosa inutile. 3)It "benedice" i perdenti regalandogli una vita di successo in modo che loro non tornino a Derry. Sia nel romanzo che nella miniserie, quando i perdenti tornano da adulti,It cerca in tutti i modi di spaventarli e convincerli ad andarsene.non c'è nessun regolamento di conti... It ha paura dei perdenti perché già una volta l'hanno sconfitto.ha paura del loro legame.ha paura della tartaruga e di come li abbia legati tra loro per combatterlo. Cerca di spaventarli prima che ricordino il passato e prima che il loro legame torni forte.

  • vedere il finale di it 2 mi ha fatto sentire la mancanza del pupazzone aracnoforme in stopmotion della miniserie degli anni 90.

  • Appena visto in sala. Una merda. Un'ora e mezza con quei flashback inutili visto che c'era stato il capitolo 1. Si era capito che hanno avuto a che fare con It eh...

  • Minchia non ho mai sentito nessun altro a parte mio papà citare CinicoTV. Respect Vic!

  • A me il film è piaciuto e pure tanto

  • Sinceramente, l'ho trovato pessimo! Confusionario, slegato, imbottito di inutili jump scare e con effetti pessimi. La storia è stata totalmente rivoluzionata e non in maniera positiva. I personaggi sono piatti. Omissioni gravi, come già detto(Tom, Audra e anche Henry Bowers, praticamente). Pennywise è diventato un giullare di corte. Spoiler La faccenda dell'omosessualità di Ritchie l'ho trovata una forzatura inutile e, oltretutto, non incide in alcun modo sullo svolgimento della trama. Questa storia di dover per forza inserire, quando non presenti, donne, persone di colore o gay, sta diventando una ridicolaggine. Il finale è semplicemente ridicolo, con degli effetti assolutamente penosi e senza alcuna maestosità; e la "verità" di Bill...che cambia? I suoi sensi di colpa c'erano già nella storia, qui sono solo inutilmente amplificati. Mike viene presentato quasi come uno psicopatico, Eddie è quasi patetico. Come lo è anche quella terribile scena tra Bev e Ben, con lui che le urla la poesia e le dice ti amo...patetica. Ma quello che manca di più, secondo me, è il legame tra loro. Non gli amori segreti di Ben e Ritchie, ma proprio il legame profondo e magico che c'era tra i 7, che rimaneva intatto anche quando rimangono in 5, cosa che qui non avviene. Era quello che li portava a trionfare su It, non solo la relativa mancanza di paura. Il loro legame unico e la loro grande forza d'immaginazione. Brutto brutto brutto. Il primo capitolo non mi aveva entusiasmata, ma è un capolavoro assoluto al confronto di questo scempio.

  • A me dispiace, ma questo Pennywise non ha nessun appeal. Pur riconoscendo la bravura del protagonista e le sue caratterizzazioni, non lo trovo inquietante. Il Pagliaccio della serie degli anni '90, con tutti i suoi limiti, era la perfetta trasposizione del male travestito da bene. Era un uomo mascherato da pagliaccio che si trasformava in un mostro. Il che dava spazio ad un ventaglio di libere interpretazioni sulla fragilità dell'infanzia, sulla cattiveria insita nel gene umano e sulla meravigliosa capacità dei bambini di affrontare le proprie paure con l'unione e l'aiuto reciproco. Il Pennywise attuale vuole far capire subito che è un losco figuro ma poi mi scade nel ridicolo. Mi è piaciuta la prima parte, come è stata sviluppata e lo sfogo che è stato dato ad ogni personaggio. La seconda parte mi è piaciuta solo per un concetto di base: sono vergognosamente e consapevolmente attratta dai film trash. Ed ho detto tutto.

  • Il mio voto è 6,5, bello ma non come il primo SPOILER La scena dove Eddie soffoca il lebbroso è la scena che più mi ha fatto incazzare. All'improvviso si sente questa canzone che non so come si chiama ma è la canzone all'inizio di Deadpool che non c'entra un cazzo. La scena degli specchi invece lo trovata grottesca e non ridicola. Il finale è troppo banale, tanto valeva allora farlo finire nel primo film. Ultima cosuccia mi è piaciuto il fatto che Stan si sia suicidato per poter permettere al gruppo di sconfiggere IT e quindi non lo abbia fatto per codardia.

  • SPOILER La scena delle tre porte da scegliere? Imbarazzante.

  • A me la scena dello zombie in macchina mi ha ricordato tanto ash vs evil dead

  • Del tutto d'accordo con te!

  • Pennywise È il molliccio. Basta dirgli ridicolo!

  • Visto ieri sera. Se il primo mi era piaciuto più delle aspettative (non amo il genere ma l’ho apprezzato) questo mi ha fatto schifo. Tentato di uscire prima della fine. Orribile.

  • Hai ragione chi dice che il libro può essere trasportato su schermo solo grazie ad una serie. Infatti il regista qui, ha provato in qualche modo ad allungare il tutto, in modo che i personaggi avessero tutti il loro posto nella trama e che nessuno fosse trascurato; il risultato però risulta alquanto noioso e forzato. A me personalmente poi, il film non è piaciuto; troppi "Jump scare" gratuiti, buttati così a caso, tanto per ricordare a chi lo guarda che si tratta di un film horror. Pennywise secondo me , non incute alcun terrore, anzi in alcune scene fa tenerezza e risulta troppo debole. Nel libro It era quasi onnipotente(magari pure senza il "quasi"); praticamente un dio venuto da un'altro mondo e un'altra dimensione e senza spoilerare nulla a chi non l'ha visto, qui risulta alquanto deboluccio e un pò stupidotto. La creatura di Tim Curry, nella miniserie; invece è diversa: diabolica e comica(come si aspetterebbe da un clow). Ovviamente la vecchia miniserie, non è all'altezza del comparto visivo ed effettistico del nuovo IT; tuttavia la bravura di Tim Curry nell'incarnare la figura del mostro di IT non ha uguali; con tutto rispetto dell'attore svedese. Poi non mi sono piaciute affatto tutte quelle scenette comiche tra Richie e la sua spalla, davvero esagerate e fuori luogo e a lungo andare risultano noiose e forzate. Gli effetti speciali sono il forte del fim, bellissimi ovviamente, ma per il resto, secondo me mediocre; poi ovviamente i gusti sono gusti.

  • A me è piaciuto un sacco, non ho ancora letto il libro magari forse cambierò idea. Sono d'accordo con te sul fatto che in alcune scene Pennywise è ridicolo. Comunque aspetterò la versione integrale che uniranno capitolo 1 e 2 in un unico montaggio senza scene tagliate. Ho letto su internet un intervista di Muschetti, attendo tanto quella versione. Sei bravissimo nei tuoi video ciao😆

  • Concordo su tutto bravissimo ❤️

  • vic a me è piaciuto e non poco

  • Incredibile, ho deciso di vedere questo video dopo essere andata al cinema e - giuro - ho detto esattamente le stesse spiccicate parole. Una delusione immensa.

  • Film pietoso, tornato a casa ho accarezzato il libro dicendogli "tranquillo è finita".

  • Un pò troppo critico.....a me è piaciuto.

  • Mister caca minchie è qui: a minuti 31:33, è stato Mike a riunirli, non Ben. Ora che l'ho detto sono in pace con il mondo😊

  • Io mi ritrovo nella frase "a me è piaciuto meno del capitolo 1 ma non mi è dispiaciuto "😅

  • Victor ti voglio bene, la penso proprio come te, demenziale in modo esagerato, lungo a dismisura, ridondante all'infinito, jump scare come se piovesse, personaggi per nulla carismatici. Un'altra cosa che non mi piaciuta è l'inserimento di scene del passato che nel film precedente non c'erano magari qui non sono tutti d'accordo.

  • Questo film mi ha diviso in due... Alcune cose le ho apprezzate molto altre... Beh... SPOILER Punti positivi -il cameo di Stephen King -Eddie, mi è piaciuto il fatto che l'abbiano reso simpatico, per far sentire di più la sua morte -Richie e Eddie, il loro rapporto è davvero dolce Punti negativi -It è troppo cringe! La scena in cui prende a testate il vetro dopo averlo leccato tipo filtro di snapchat è ridicola -troppi jumpscare prevedibili e troppe volte lo schema del personaggio che si gira e se lo trova all'improvviso -Henry Bowser buttato alla cazzo di cane, sembrava a tratti codaliscia -Patrick zombie... Quanto cazzo era ridicolo vedere un nonmorto sorridente al volante... Cringe -STAN! LA SUA MORTE NON DA NESSUN IMPATTO PERCHÉ NON VIENE MAI FATTO SENTIRE COME UN PERSONAGGIO IMPORTANTE! NE PARLANO SPESSO MA NON CE LO FANNO SENTIRE COME UNA COMPONENTE DEL GRUPPO, NON CI FANNO EMPARIZZARE O RIFLETTERE SULLA SUA MORTE IN MANIERA COINVOLGENTE -It che muore ucciso dai dissing... CRINGE!

  • Hai riassunto perfettamente le mie impressioni. Anche i flashback della prima parte erano troppo invadenti e ridondanti. Peccato, soprattutto dopo una prima parte così ben fatta.

  • Sono d'accordo con te solo in parte. Secondo me come film horror fa la sua parte, ti caghi veramente addosso (la scena della vecchia a me ha fatto paura). Certo le atmosfere e le emozioni che ti lascia dentro il libro scordatevele... Ma quelle d'altronde non sono trasponibili in un film

  • Il cagnolino.. il cazzo di cagnolino..

  • Ciao Victor, hai visto su netflix la serie "Marianne" ? Io la sto proprio vedendo ora e ti ho pensato ahah,chissà cosa ne penserà Victor A mio parere è fatta bene e anche la storia é abbastanza avvincente, però dopo il quinto episodio la trama inizia a perdersi... mi piacerebbe sapere il tuo punto di vista

  • Mah...mai sentiti tanti commenti fuori luogo, alcuni davvero ridicoli. Quoto solo sulla eccessiva lunghezza della pellicola, che sforbiciata di una mezz'ora sarebbe stata perfetta. Capisco chi non ha letto il libro e si aspettava uno splatter alla Dario Argento ( orrore..) ma davvero credo che sia stato fatto davvero il massimo per catturare il senso e lo spirito del libro. Eccessivi i jump scare, ok, ma il resto è impeccabile. Non trovo fuori luogo le battute di Richie, che era così anche nel libro, mentre meno mi ha colpito Beverly, che invece tanto mi era piaciuta nel romanzo e nel primo film. Due personaggi come Tom e la moglie di Bill sono totalmente inutili, potevano anche essere omessi. In generale credo che questo film possa piacere maggiormente ha chi ha letto il libro piuttosto che no, cosa che lo rende discutibile da un lato ed apprezzabile dall'altro.

  • Se ogni volta che Vic dice “per l’amor del cielo’” mi facessi un chupito, mi chiuderebbero in comunità

  • Ovviamente senza voler "mancare di rispetto" a Victor o creare conflitti (mica da passare per leone da tastiera 😂) vengo fresco fresco dalla seconda visione in una settimana e devo dire che sono molto in disaccordo su tantissime cose. Secondo me il problema è la durata e soprattutto la parte finale (ipse dixit King e Audra 😂) che da dopo il rito di Chud diventa pesante. Per il resto a me piace parecchio e non trovo pesante l'umorismo ne ' la parte centrale che è divertente (ok, commerciale ma divertente). SPOILER Su Audra e Tom, secondo me avrebbero appesantito il film se inseriti come nel libro, soprattutto Audra avrebbe replicato quello che accadeva a Beverly nel primo film con le Deadlights.

  • 43 minuti di: "uffi ma era meglio il libro!"

  • Visto ieri , sono d'accordo con te , il film mi é volato , quindi scorre però ....poco spessore , peccato davvero

  • non mi è dispiaciuto ma il finale non mi ha soddisfatto a pieno, l'ho trovato troppo semplice e poco evocativo e concordo sul fatto che Bowers (per come è stato trattato) poteva essere solo accennato invece della maniera in cui è stato messo in scena

  • Purtroppo "It capitolo due" è ciò che un film horror non dovrebbe essere. it-tvs.com/tv/video-dmaMl6yMLpQ.html

  • No, scusa……..se mi tocchi anche la CGI, mi spiace ma m'incazzo. E' stata usata molto bene, anzi, direi proprio che mi hai colpito positivamente. Nel complesso, sì, il film ha dei difetti, ma non sono gravi e lo considero un gran film….e chi ti parla, considera It, oltre che al libro della propria vita, il più grande libro del '900 assieme al Signore degli Anelli e Fahrenheit 451

  • C'è qualcosa che non va nelle risate in un'opera tratta da King????? Scusa, ma tu sai che è una delle caratteristiche fondamentali dell'opera di King? Per Audra: hanno fatto bene a toglierla: o ne parli esaustivamente o meglio che lasci perdere. Bowers è ridicolo nel suo essere grottesco. Condivido leggermente con te sulla Beverly da grande, anche se la sua forza è espressa in maniera più interna e sottile.

  • Inoltre, perdonami, ma ci sono dei momenti da pelle d'oca e commoventi. Mischietti ha capito It.

  • MI spiace ma, forse, non ricordi che le due fasi, nel libro, hanno la stessa durata. Ok, forse il film è un po' lungo, ma credo che sia veramente bello, con personaggi resi molto bene. Il background da adulti o lo inserivi in maniera esaustiva o lo tagliavi del tutto. C'è troppo sulla carta, per il grande schermo.

  • Condivido un sacco la questione CGI davvero troppo brutti e ridicoli... era più uno spavento per l'effetto jump scared , esclusivamente per il sonoro. Scene mute non avrebbero fatto alcuna paura. Bill Skarsgard è eccezionale!

  • Condivido ogni tua parola. Avevo notato anche io la tendenza a esagerare nel secondo film tutto quello che era piaciuto ai più nel primo film. Il fatto è che la gente non è consapevole di cosa vuole quindi insistendo su alcune scelte in questo senso è venuto fuori un film raffazzonato. Non brutto, nè noioso ma pensato maluccio e assemblato decisamente male. Peccato. Ho gradito molto, invece, il tuo discorso sul minutaggio dei film.

  • Premetto che non ho letto il romanzo. Sono rimasto generalmente soddisfatto dal film. Non sono tratteggiati in maniera particolarmente approfondita (fatta eccezione, secondo me, per Bill, Ritchie e Bev), però la narrazione mette in luce le loro insicurezze e le loro profonde paure anche in età adulta soprattutto in rapporto col passato: il tutto grazie ai flashback. Avrebbero potuto snellire i jumpscare e le battute comiche. Lo scontro finale, dopo la parte dinamica e action, poteva essere più psicologico: così come i perdenti affrontano individualmente le proprie paure, così anche contro It tutti uniti avrebbero potuto fare una più coesa lotta mentale piuttosto che fisica. Pennywise poi non l'ho trovato così tanto macchietta, se non nella seconda parte. Nella prima, invece, mantiene il suo "scarypower" se così si può chiamare.

  • D'accordo in tutto. Troppo ripetitivo e soprattutto mi è sembrata una copia della storia della prima parte ma fatta peggio. Beh, che dire, c'è da leggere il libro e conoscere la vera storia ora.

  • Boh... probabilmente non abbiamo visto lo stesso film!!

  • Sebbene abbia apprezzato il film non mi sono sentito soddisfatto, principalmente perché potevano evitare alcune scene e dedicare più tempo ad altre cose. Il rito di Chud mi è sembrato un po' troppo campato per aria e peggio ancora alla fine non serve assolutamente a niente perché non ferisce nemmeno IT. É stata quindi più efficace una zaccagnata data da Eddy in pochi secondi che un rituale a cui hanno dedicato molte scene. Henry Bowers è stato molto sacrificato e scommetto che chi non ha letto il libro non ha capito che il morto vivente era il suo vecchio amico deceduto perché cio non è stato spiegato (lo chiama sottovoce Hockstetter, ma credo in pochi si ricordassero il cognome), come del resto il fatto che IT fosse femmina e perciò si autopronunciasse "la mangiatrice di mondi" ; in questo modo anche l'insulto "puttana" avrebbe avuto più senso. Jumpscare eccessivi, prevedibili, ma soprattutto non c'è prima un momento di suspance/ansia/timore: non mi lamento del fatto che non faccia paura, bensì che essa (la paura che il film trasmette) sia troppo incentrata in jumpscare di pochi secondi (alcune scene di film horror le ho adorate sebbene non mi abbiano spaventato affatto). In alcuni casi le scene spaventose hanno persino suscitato la risata mia e delle sala poiché prive di senso, per esempio IT che sbatte la faccia fino a spiaccicarla contro lo specchio o la vecchietta che fa la mongoloide mentre Beverly è girata. Per ultima cosa il finale non mi è piaciuto, sconfiggono IT prima scappando e poi insultandolo senza una vero e proprio scontro, inoltre a mio parere con la tecnologia odierna un ragno gigantesco e Derry intera che crolla avrebbero reso il finale più bello. Ho avuto poi la sensazione che i perdenti avessero quasi il dono del teletrasporto: ok tagliare alcune scene dove viaggiano solamente, ma in una se non sbaglio Mike e Bill dopo aver parlato per la prima volta dell'origine di IT si ritrovano nella scena successiva alla Town House con gli altri (forse mi sbaglio). Detto questo può sembrare che mi abbia fatto cagare questo film, invece molte cose le ho apprezzato come gli attori, IT, la lettera di Stan ed altre ma in generale non sono riuscito a goderlo a pieno (in parte anche per semplici gusti personali o aspettative forse troppo alte). Comunque è come ho già detto è apprezzabile, non è noioso e non era facile realizzarlo, scegliere le scene e tutto il resto; inoltre ho sedici anni, di cinema non ne so niente, quel che dico sono solo sincere opinioni (criticabili o condivisibili) e come tali vanno prese, vi ringrazio se avete letto questo messaggio e scusate se ho fatto qualche errore. Ho detto tutto senza un seguire una scala precisa, ma non sapevo come altro dirlo.

  • SPOILER alla fine it sembra ben stiller che imita benjamin button in "i sogni segreti di walter mitty"

  • Da spettatore e da quello che ho visto in sala non credo che abbiano preso tutto quello che è piaciuto al pubblico. Semplicemente il film prende una direzione diversa dal primo perché vuole rivolgersi ad un pubblico che è sicuramente molto più giovane di quello del primo. Ad avvalorare questo mio pensiero (se anche voi avete avuto la stessa esperienza ditemelo) la sala era strapiena di ragazzini che gridavano durante le scene in cui c'erano jumpscare/splatter e le scene grottesche come la vecchia che corre nuda ;e magari si stavano tutto il tempo con il telefono, facendo poca attenzione a quello che era veramente rivolto al pubblico del primo film. Detto questo il film mi è piaciuto ma effettivamente mi aspettavo toni molto diversi.

  • Esatto ahahah ho pensato a Muten con La parte malvagia di Dio. Comunque non mi aspettavo il cameo di Stephen King

  • SPOILER Ma solo io, nella seconda parte, ogni tanto mi sono perso vedendo alcuni flashback? Premetto che non ho letto ancora il libro, purtroppo, perché non ne ho mai avuto occasione ma ho intenzione di ripescarlo , ma a livello tecnico e di editing alcuni flashback mi hanno un po' incasinato

    • @Jack Heartwolf beh ora li ho capiti di mio, il commento era riguardo al fatto che sul momento quasi tutti mi abbiano un po' stranito perchè in alcuni punti non capivo se stessero rivivendo l'esperienza in quel momento nella realtà o se fosse solo il ricordo nella loro mente

    • Quali sono i flashback che non hai capito?..

    • @Jack Heartwolf no no, ho visto entrambi i capitoli ed ho rivisto il primo il giorno prima di andare a vedere il secondo, mi manca solo il libro

    • Dovevi rivederti il primo... ovvio che non hai capito nulla guardando solo il secondo

  • Io il libro di It (1200 pagine di roba) l'ho finito di leggere in 3 giorni. No, non sono ironico.

    • Idem, e l'ho riletto almeno una 20 di volte. Sono una che i libri li rilegge ciclicamente.

    • Anime pfp

  • Troppi jumpscares, 90% di questi erano super prevedibili

  • Se devo essere onesto, a me il Capitolo 2 è piaciuto a differenza di quella baracconata insensata del primo capitolo, colpevole soprattutto di aver spostato l'ambientazione 30 anni in avanti rispetto al libro, con protagonisti dei ragazzini bimbiminkia che niente avevano a che fare col romanzo e dei quali, per tutto il film, stentai a ricordare chi era chi. Il Cap. 2, nonostante una partenza piuttosto freddina, ritrova quella poesia del sentimento di amicizia tanto cara a King, del quale sia il romanzo che il primo adattamento trasudano e che invece il Cap. 1 non risaltava affatto (colpa appunto dell'ambientazione fine anni 80 e dei ragazzini bimbiminkia). E tutto sommato ritrova anche il terrore, molto più presente negli adulti che non nei ragazzini e venduto anche meglio rispetto alla miniserie. Quanto al rituale e le origini di IT... Beh, onestamente chissene! Le origini non sono del tutto chiare nemmeno nel romanzo e per ricercarle dovresti leggerle altrove, quindi poco mi importa se nella miniserie vennero del tutto ignorate e bene che qui ve ne sia stato solo un accenno. Fattore horror? Nessun horror può essere horror se lo spettatore non è pronto ad aprire la mente e provare a pensare a quello che vede come se fosse reale. Se tu sei predisposto a questo e pensi a "cosa faresti se quella situazione fosse vera e capitasse a te", allora le zampine che escono dal biscotto della fortuna non sarebbero niente di ilare, quanto piuttosto un incubo raccapricciante dal quale non ti libereresti mai. Ed è per questo che l'ambientazione anni 50 batte quella anni 80 a mani basse. Negli anni 50 si aveva paura del lupo mannaro, oggi il lupo mannaro fa ridere. Negli anni 50 c'era il razzismo e c'erano i neGri (con la G), oggi il razzismo è sparito e la classe sociale di Bev non rappresenta un fattore, mentre negli anni 50 essere la figlia del bidello era una vergogna. Negli anni 50 i ragazzini erano tutti di buona famiglia e rispettosi delle istituzioni, chi non lo era (ed erano veramente pochi) venivano etichettati quasi come figli del demonio e l'Henry Bowers di turno era un autentico terrore e non uno dei "millemila" bulletti odierni. E l'IT? IT è la personificazione della paura e in quanto tale è agghiacciante dietro la maschera di un clown, mentre qui Skarsgård interpreta un mostro e cerca di far paura come tale, mancando per questo nel processo di stimolazione all'apertura mentale. Conclusione. Cap 1: una cagata pazzesca. Cap 2: buon film che recupera notevolmente terrero. Risultato finale: parlando di trasposizione, chi ha letto il libro non può che preferire la miniserie originale seppur con tutti i difetti di quegli anni, ma col notevole pregio di aver raccontato poesia. Il film... Può anche essere piaciuto ma semplicemente non è IT se non in una mera ispirazione. E mi chiedo chi dovesse leggere il libro a posteriori cosa potrebbe mai pensare del film, se non: "ma che cagata ho visto?".

    • @Ricky Rev anche io sono curiosa,spero facciano il prequel!

    • @Richie's life Skasgard infatti lo terrei. Spero che facciano (stando a quel che dicono) un terzo capitolo basato sulla storia di Derry. Sarei stra curioso! D'altronde da quel capolavoro di libro potresti esplorare di tutto e di più (mi riferisco agli interludi)!

    • @Ricky Rev sono d'accordo,Muschietti ha fatto un bel lavoro,ma si può fare di meglio! Se facessero il remake però,non preferirei mai un altro Pennywise... SKARSGÅRD È SKARSGÅRD!

    • Io infatti voglio già il remake! Ma che lo diano in mano a un regista più autoriale!