Nicola Andreetto

Nicola Andreetto Nicola Andreetto

  • 322
  • 3 229 022
Benvenuto sul canale di Nicola Andreetto, aka Motoreetto, giornalista motociclista.
Qui trovi esperienze on the road e recensioni di #moto, scooter, e-bike e veicoli in genere, ma anche incontri e riflessioni sul mondo delle due ruote e della mobilità.
Per domande: info@motoreetto.it
#RideMore on www.motoreetto.it

Video

Commenti

  • Bellissima moto parlo da possessore di una 883R, un'etica imparagonabile.

  • Ciao Nicola, sono molto indeciso tra la trail nuova, una scrambler icon 2019 con pochissimi km ed una scrambler desert sled 2019 pochi km. 1000/1500 euro e poco più di differenza tra la trail e le ducati. Vale la pena? Pareri? Grazie

  • Questo mezzo va anche bene per chi ha paura di andare in moto, con 3 ruote sei più stabile ed è un ottima alternativa a chi ha sempre utilizzato i quad e ha voglia di cambiare, con questo mezzo puoi anche andare in autostrada con il quad è vietato, inoltre con il quad non vai oltre i 100 km/h con questo mezzo puoi andare oltre ed è più confortevole per viaggiare, Quindi anche se nella recensione non ne parlate questo prodotto è un ottima alternativa a chi ha sempre usato i quad

  • Il futuro è il trasporto pubblico

  • si sono d'accordo. prezzo eccessivo. come per le macchine. l'industria mi deve incentivare, magari offrendomi il prodotto ad un prezzo inferiore rispetto al termico altrimenti diventa, a parere mio, una scelta poco conveniente. Non ha senso che costino cosi tanto. A mio avviso, ovviamente....

  • CARISSIMO SIGNOR MANARA FILIPPO, io sto ancora aspettando che mi paghi la macchina, è da giugno 2018 che mi prendi per il culo, sei sparito,ma come ben sai solo le montagne non si incotrano, ma le persone si..... SPECIE I TRUFFATORI COME TE.... io aspetto i soldi FALLITO STATE ATTENTI A QUESTA PERSONA

  • Complimenti

  • Ammazza ! Ci avete dato sotto con il cibo eh ? ahahhahah fatto bene !

  • How to by kalke cake electric bike in India 🤔🤔???????????

  • se trovo il modo di trasportare la carrozzina, di poter spostare al volante cambio e freno integrale credo che lo comprerò <3

  • A 2900 euro stai pagando il design e basta. Costa decisamente troppo se consideriamo che una normale è bike allestita con quella stessa componentistica può venire a costare molto molto meno.

  • Finalmente qualcuno che fa una recensione dopo averla GUIDATA una moto. Ottimo lavoro, grazie!

  • I veri motociclisti non insultano nessuno......

  • Ottimo video , aggiungo che la regolarità dei tagliandi nel libretto omonimo , deve essere comprovata da una fattura emessa dalla struttura che ha timbrato . Un buon motociclista queste cose le conserva ( anche questo è un indice di serietà verso la propia moto e quindi di essere un mezzo che è stato seguito con amore ). Non sempre andando alla casa madre ottieni queste informazioni : spesso non vengono fatti in casa madre per via dei costi elevati. LA FATTURA E' LA MIGLIORE ARMA CONTRO I FURBETTI.

  • Le salite???????

  • 綺麗な映像、音楽でイタリアの街を紹介してくれてありがとうございます。

  • È un’altra cagata cinese di 💩adesso va di moda dire progetto italiano o europeo ma Fabbricata in Cina Comprate il vero Made in Italy no Cina di 💩 stanno riempiendo il mondo di prodotti che non valgono un corno

    • @Leonardo Riccio non hai risposto alla domanda

    • Visto che non sei un adolescente prendevi una ducati scrambler 400 moto fantastica adatta a tutti donne comprese motore molto dolce e poco impegnativo Così facendo si aiuta il Mercato italiano e i tanti italiani che lavorano a borgo panigale per non parlare della qualità della moto e dei suoi componenti No quella cagata cinese che quanto prima si staccheranno pezzi strada facendo

    • Tipo?....... 125 prodotta in Italia vai stupiscimi.

  • IFO è uno schIFO!! 😆🤣😱

  • Usi secondo smartphone (completamente impermeabile) con mappe googlemaps scaricate offline oppure osmand e sono a posto. Il gps lo uso per il trekking in mezzo ai monti

  • Tra poco tutte le moto avranno il cambio automatico ed ancor meglio un cambio a variazione continua, tipo scooter, e tutte queste discussioni saranno finite. Sta succedendo anche in ambito automobilistico. Il cambio manuale è preistoria. Viva il progresso, se fa tribolare meno.

  • Bellissimo!! In quale periodo dell'anno sei andato? Sembra estate!!

  • Aggiungerei anche che oltre a tutto quello che è stato citato non dobbiamo dimenticare che l'olio motore che viene utilizzato nei motori endotermici deve essere sostituito con regolarità e l'olio esausto e i filtri per essere riutilizzati e riciclati hanno la necessità di processi che naturalmente avranno degli impatti che non sono citati in nessuno studio. Grazie Nicola, ci voleva un video che facesse un pò di chiarezza!

  • Ciao Mt, la t100 e t 120 la consiglieresti ad un principiante?

  • Per comodità questa o indian scout?

    • @Nicola Andreetto e come guida quale ti a preso di più?

    • Direi la scout anche se la comodità è talvolta soggettiva, dipende anche dalla tua stazza. Diciamo che in senso assoluto non sono due moto comode

  • Secondo me’ anche se può sembrare un dettaglio di poco conto,visto che ogni uno ha’ il propio collo , preferirei col bottone al collo che si possa regolare in larghezza.

  • A mio parere nemmeno tu sei obbiettivo: in questo campo ci si sta dividendo in due partiti e sta prendendo sempre più piede un'opinione di pancia che in parte si sovrappone a quella di testa. Io sono del partito Diesel e tu, mi pare, sei di quello elettrico. Comunque, nei miei dichiarati limiti "partigiani", cercherò di mettere in evidenza le tue forzature. Innanzitutto pensare di riutilizzare le batterie dopo 10 anni di cariche mi pare fantascienza: le Case dichiarano attualmente un 70% di efficienza residua dopo 7 anni di utilizzo e dopo 10 anni sarà ulteriormente calata. Usarle per altri scopi mi pare che sia uno spreco prima di tutto energetico. Inoltre lo smaltimento delle vecchie batterie è un problema ecologico che va oltre il relativo consumo energetico, ma deve contemplare anche lo smaltimento di materiali pericolosi e non riciclabili. Pensare poi alla produzione di energia con il mix attuale rinnovabili/fossili in un futuro in cui la mobilità elettrica avrà un peso molto superiore all'attuale pure non mi sembra verosimile: la maggior parte di energia rinnovabile proviene oggi dall'idroelettrico e i bacini idrici sfruttabili sono stati quasi tutti utilizzati. Pensare all'eolico e al solare come soluzione reale è solo fantasia, quindi occorrerà bruciare sempre più combustibili in centrali termoelettriche. C'è di buono che il rendimento congiunto di un motore elettrico e di un grande bruciatore è superiore a quello di un motore a scoppio. Però in epoca di NIMBY chi mai vorrà una nuova centrale vicino a casa sua? Per finire, al di là del dettaglio di numeri comunque opinabili, la notizia mi pare che sia la risibile differenza delle emissioni dei due tipi di mezzi, a prescindere da chi emetta di più; risibile se la confrontiamo con i 1000 km di autonomia di una (5 minuti per la "ricarica") contro i 350 km dell'altra (ore per la ricarica). Tutto questo senza pensare a dietrologie. Poi, se volessimo comunque prendere in considerazione le tue dietrologie, mi pare che per noi europei proprio per quei motivi sarebbe conveniente ancorarci al gasolio, per non svenderci ancor più ai cinesi, sfruttando i nostri punti di forza, piuttosto che andare a competere dove sono gli altri ad essere più forti.

    • @Nicola Andreetto Non credo che guiderò diesel tutta la vita; penso al contrario che probabilmente arriverà il momento di comprare un'elettrica o, chissà, un'auto a idrogeno. Ma non ora. Ora il diesel è ancora la scelta migliore. Gli Euro 6 d non puzzano, emettono pochissimo particolato e consumano poco. Hanno un impatto ambientale minimo. E comunque è opportuno ricordare che l'inquinamento cittadino è dovuto solo per il.30% alle auto, quello generale molto meno. Ma si parla solo di auto, si spingono gli automobilisti ad investire su tecnologie costose e ancora acerbe, di fatto possibili oggi solo per i "ricchi". La massa gira ancora con auto attempate e questo riduce ulteriormente i supposti vantaggi dell'elettrico. Una tecnica è matura anche quando è accessibile a tutti. E sulla CO2 ricordiamoci che ci stiamo economicamente svenando quando la sua componente antropica è del 5% e di questa forse il 20% proviene dalle auto. Vuol dire l'1% Forse varrebbe la pena di concentrarsi su altro.

    • Ciao Guido ti ringrazio del commento, è bello quando ci si può confrontare senza urlare. Sì purtroppo ormai ci sono due partiti schierati; come ogni cosa ci si divide, si può perdere dell'obiettività (a volte non la si cerca neppure) ma mai avrei pensato tempo fa di trovarmi ora dalla parte dell'elettrico del quale, da amante delle moto e auto classiche, ho a lungo diffidato. Parto dal fondo: la notizia è che la notizia di per sé è falsa. E di questo io parlo nel video. Non ho mai sostenuto che l'elettrico non avesse impatto, men che meno che la sua via sia in discesa, ma il confronto fatto è falsato nei numeri e tendenzioso, di conseguenza ancora una volta non lo possiamo prendere a metro di paragone corretto: è una fake news costruita per alimentare la confusione e rallentare un processo in atto come dimostrano le intenzioni di acquisto. Per prima cosa si parla di CO2 equivalente. La Co2 è un climalterante ma non è l'unico inquinante dal quale ci dobbiamo guardare, anzi, il particolato è molto più pericoloso per la nostra salute ma non viene considerato. Come non viene considerato quanto impatta produrre gasolio (e il lubrificante) e trasportarlo o quanto produrre e smaltire una normale vettura. Hai voglia qui di co2 equivalente... Inoltre il mix energetico considerato è quello della Germania che non brilla certo per la produzione energetica e che è sì la locomotiva d'Europa ma va ancora a carbone. L'ideale è il rinnovabile, sappiamo quali sono i limiti, ma anche nel caso si costruiscano centrali come paventi si avrà una centralizzazione del problema e, benché non risolutivo o definitivo o ottimale, sarà già un miglioramento. Il terrore per il rendimento delle batterie sul lungo termine è comprensibile, per ora possiamo basarci sull'esperienza di chi già sta usando l'auto. Quanto alla seconda vita ti sbagli: è tutt'altro che uno spreco! Ed è già ampiamente dimostrato che possono funzionare al posto dei generatori a gasolio. La chimica delle batterie è migliorata molto e - come ha detto il premio nobel Whittingam - ci sono enormi margini di miglioramento. è un'avventura ancora agli inizi. Il vero nocciolo della questione rimarrà nel prossimo futuro sullo sfruttamento delle risorse e sui metalli rari. Ma anziché preoccuparci di questo e di come migliorare, perdiamo tempo a discutere su come salvare il diesel. Ma davvero non senti la puzza di diesel nelle nostre città? Non ti sembra che l'aria sia irrespirabile? E guarda che io ho ancora un diesel! Cerco di usarlo il meno possibile, perché mi vergogno della puzza. Come dico sempre l'auto elettrica non risolve tutti i nostri problemi, ci dà solo una risposta ad alcuni aspetti. Dovremmo invece cambiare radicalmente abitudini e atteggiamenti. Ma si fa prima a cambiare auto e continuare ad alimentare l'illusione che sia tutto perfetto.

  • Contento di leggere e segnalare anche il parere di altri giornalisti in merito allo studio dell'IFO e alla notizia divulgata in questi giorni - > www.vaielettrico.it/teniamoci-il-diesel-il-carbone-i-morti-ce-li-meritiamo/

  • Qui va fatta una collaborazione con ControTv. Ormai non ci si può più fidare a cuor leggero.

  • Finalmente un giornalista INDIPENDENTE sulla materia, che fa un'analisi della notizia e la smonta, riportandola a quello che è.... Spazzatura....

  • Compratela tu! Ah ah! Ma perchè mai uno sovrebbe spendere di più per comprare una moto elettrica?

  • Stupenda...!!! La migliore "TOURER" sul mercato, e migliore anche della BMW R-1200-RT. Peccato....peccato... che non abbia le selle riscaldate. Perché? Cara Yamaha, perché un errore di questo genere ? Visto che oggi le tourer sono sparite, e non c'è più: - Kawasaki GTR 1400; - Moto Guzzi Norge 1200; - Triumph Trophy 1200; - Honda Pan American. E' rimasto solo la Yamaha e BMW, perché farsi superare dalle selle riscaldate, che d'inverno servono parecchio. Queste moto sono per chi viaggia, anche d'inverno, quindi le selle sono indispensabili. Perché Yamaha questa mancanza ? Saluti.

  • Si può dire in finale che l'articolo sia stato "finanziato" dalla Mercedes? E' talmente ridicolo il confronto che non può essere altrimenti. Fantastico anche il modo sfacciato in cui si ribalti la realtà ad uso e consumo di determinate lobby. Vogliamo parlare della boiate sulla CO2? di mille inquinanti pericolosi di cosa si parla ? del "cibo" delle piante!! ridicoli. Del particolato che adesso è talmente fine da attraversare le barriere dei bronchi e del cervello ne vogliamo parlare? Sulle batterie vogliamo dire che nell'arco in cui un diesel guadagnerà un'autonomia di 1 km/l queste faranno passi da gigante e che già quelle attuali in un paese "sano" verrebbero smaltite da professionisti dopo diversi anni? Nel frattempo quanto olio motore viene sversato in giro? Sulla produzione dell'elettricità vogliamo dire che attualmente una centrale a turbogas ha un rendimento superiore al 90%, ed i suoi gas di scarico controllati mentre un diesel arriva a malapena al 40% di efficienza, appena costruito e nelle migliori condizioni che di sicuro non sono stare in coda per ore? Meglio un unica fonte d'inquinamento fissa e controllabile o milioni che vagano impazzite e scarsamente controllate? Bando alle ciance solo gli interessi di chi conta possono frenare, limitare l'elettrico P.S. c'è chi mette in mezzo il piacere di guida ed il sound poi peccato che il 99,9% degli "automobilisti" considerino l'auto solo un elettrodomestico per andare da A a B , cosa che si evince anche da come la riducono, all'interno di una città e magari col cambio automatico (vera bestemmia nei confronti del piacere di guida ed insieme all"infotainment" prima causa di distrazione alla guida)

  • Da ottobre 2018 percorsi 56.000 km zero problemi. Stupenda

  • Più comoda la indian,o forty heyt?

  • Bravo! Anch'io super appassionato di moto e auto, la mia prossima vettura sicuramente sarà una elettrica, ma cercherò un modello potente, se potrò permettermelo sarà una Tesla model 3.

  • La catena ogni quanto va pulita ?

    • Dipende dal tipo di utilizzo e dal periodo e da mille altri fattori, non c'è un chilometraggio. Non devono formarsi residui grossolani di grasso misto a polvere.

  • Mi sono scaricato il report IFO. Questo weekend me lo leggo bene in tedesco...

  • Però Mercedes dichiara 103g/km... quindi nell'articolo forse si tiene già conto del ciclo produttivo....

    • Ma io ciclo produttivo del gasolio è molto più inquinante di quello dell'energia elettrica. Mettiamo sulla bilancia la stessa merce... Io ho lavorato in una raffineria e per produrre i carburanti di origine fossile, si impiega un sacco di energia elettrica, realizzata direttamente in raffineria spesso con la combustione degli scarti di raffinazione...

  • Ho progettato un motore che fa 30chilometri a scorreggia😳presto ve lo mostrerò👍

    • Gavy Samy sento già il puzzo da remoto cosa diavolo hai mangiato stasera? 😃🙏

  • Bravo Nicola, mi fa piacere che tu abbia fatto un pò di chiarezza in maniera logica analizzando punto per punto l' articolo e "smontandolo" con pacatezza e intelligenza. Purtroppo però i "talebani" dei motori endotermici non hanno occhi e orecchie per queste verità, ma spero che il tempo li faccia rinsavire prima o poi.

    • @Marco Pelucchi L'Europa tirerà su dazi paurosi verso la Cina (ricordati che i governanti europei sono principalmente tedeschi), ne ha finora impedito l'ingresso delle auto nei nostri mercati perchè le industrie (soptt. le tedesche) ne sarebbero spianate a zero dai prezzi. Sarà sepre la solita storia.

    • Speriamo rinsaviscano prima piuttosto che lo facciano troppo tardi. Forse le case automobilistiche europee non hanno capito che i Cinesi arriveranno, con un'auto elettrica omologata, in europa e sbaraglieranno il mercato dell'auto così come lo conosciamo oggi. Questo non farà solo male alla Germania, ma anche alle aziende Italiane che producono decine se non centinaia di componenti per il mercato Tedesco. Quindi, o ci mettiamo di buona volontà e facciamo sul serio senza cercare mezzucci per posticipare di qualche anno l'arrivo dei marchi Cinesi/Americani, oppure siamo destinati a soccombere. Per fortuna sembra che qualcosa si muova a livello europeo, www.ilfattoquotidiano.it/2019/12/09/auto-elettriche-via-libera-commissione-ue-a-investimenti-per-le-batterie/5604329/, speriamo non vada a finire come siamo abituati a vedere fin da troppo tempo.

  • Lasciando stare il fatto che non viene considerato tutto il ciclo di vita della mercedes, delle emissioni dovute all'estrazione, raffinazione e trasporto del petrolio per ottenere la benzina. Sorvoliamo pure sul mix energetico tedesco che va ad incidere su quanto una elettrica inquini al km e che può variare con vari mix o essere abbattuto con uso di rinnovabili! Lasciamo pure perdere che oltre la Co2 ci stanno tanti altri inquinanti come Nox, PMI etc. Vorrei porre l'attenzione sulle batterie, si stimava che l'emissioni di Co2/KWh prodotto fossero tra i 150 e 200kg, ma recenti studi hanno ridimensionato tali numeri tra 60 e 80kg di Co2 per ogni kWh di capacità della batteria! Questo risultato è dovuto sicuramente al fattore scala della produzione e a processi produttivi più efficienti e sicuramente Tesla è la top in questi processi. Ora altro va considerato che la produzione della batteria è una tantum, quindi succede una volta e poi quelle emissioni vanno divise per i numeri di km che una Tesla è in grado di offrire durante il propri ciclo di vita che di solito sono 2-3-4 volte una equivalente termica! Invece nello studio non si ha idea di come il numero di g/km sia stato ottenuto per il dato riguardante la batteria! Se ipotizziamo 60kg di C02 al Kwh prodotto con un pacco di 75kWh otteniamo un emissione di : 4500000 g (o 4500kg) di Co2, ma tale numero va diviso per ipotizziamo, restando forse anche conservatori 800mila km, quindi 4500000/800000 = fanno meno di 6grammi/km (altro che i 73-98 g /km ipotizzati dall'ANSA, numeri circa 12-16 volte inferiori!). Da dire che non si considera lo smaltimento quindi sicuro il numero è superiore, ma tra 6 e 98 ci stà così tanta differenza che dubito sia giustificabile dal solo smaltimento. Infine tale stima è sicuramente ancora non veritiera dato che si considera solo l'utilizzo nell'auto ma l'emissione iniziale andrebbe ripartita pure con la seconda vita come accumolo statico!

    • 800.000 km con un auto? Bumm! Alla faccia dell'obbiettività. Forse un motore elettrico li farebbe anche, ma il resto della macchina e soprattutto le batterie proprio no!

    • Una cosa che NESSUNO ha mai citato, nonostante ora sia l'industria tedesca (senza fare tanto rumore) sta studiando è la produzione di elettricità tramite la microcogenerazione, affittando unità di microcogenerazione ad utenti tedeschi (esiste su IT-tvs in video esplicativo, non mi ricordo quale casa automobilistica tedesca era coinvolta). Per chi non conosce la microcogenerazione rimanderei ad articoli che parlano del Totem della FIAT (studiato nel 1978!), che è stato il primo microcogeneratore industriale conosciuto (italiani, siamo bravi inventori ma pessimi imprenditori). Si trattava di un motore a scoppio (FIT 127 900 cc. di cilindrata) che produceva elettricità con un generatore di corrente interno, e con il calore di scarto riscaldava 2 appartamenti. Poteva essere alimentato tranquillamente a metano. Attualmente il progetto FIAT (abbandonato poco dopo - vedi la lungimiranza delle nostre industrie) è stato ripreso da aziende come ASJA, che propone cogeneratori di diverse taglie. Il rendimento di un microcogeneratore arriva fino al 94% di resa (elettricità + calore) contro il 25% degli autoveicoli a scoppi (in media) ed al 50%-60% di rendimento massimo delle centrali elelettriche termiche. QUel calore perduto equivale a CO2 dispersanellatmosfera, che potrebbe essere risparmiato. Queste "caldaie" potrebbero essere installate nei condomini, nei palazzi, e di piccolo taglio possono essere anche ridotte, con tecnologia a motore Stirling, anche come caldaia monofamiliare (BAXI). Basterebbe un minimo di incentivazione governativa ed avremmo in poco tempo abbattuto la quota di CO2 buttata nell'atmosfera, rispettando i parametri imposti dai protocolli di Kyoto e simili. Mi direte: come farebbe a ridurre la CO2 emessa? Risposta: con la corrente erogata che va nel mix energetico ci ricarichiamo le batterie delle auto elettriche. Nelle auto ENDOTERMICHE lo spreco di calore rappresenta il 70% del totale prodotto dalla combustione degli idrocarburi. Questo calore NON LO POSSIAMO RECUPERARE IN ALCUN MODO! Indovinate chi non è favorevole a questo progetto? I grossi gruppi di produzione elettrica, come ENEL, che dovrebbe riorganizzare la propria rete elettrica distributiva per far fronte a i picchi di produzione delocalizzata di ogni piccolo produttore (immaginate di avere generatori di 15-30 KWh sparsi un po' dovunque, altro che i picchi dei pannelli fotovoltaici). Gli impianti di riscaldamento funzionano anche di notte, riducendo l'intervento dlle classiche centrali termiche nelle ore in cui le rinnovabili solari non rendono. E l'auto elettrica servirebbe per quadrare il cerchio! Esistono ricerche sulla cogenerazione che hanno dimostrato la vera efficienza di questa tecnologia, che tra l'altro viene già usata per es. in strutture alberghiere ed agricole, laddove è stato usato un minimo di cervello .

    • Concordo con Luca sulla prudenza. Per il semplice fatto che le batterie non sono e non saranno tutte uguali. L'introduzione sarà per forza graduale, solo che ora viviamo un momento di "hype".

    • @Luca Cornetta Io infatti ho parlato nel caso di utilizzo massimo delle potenzialità del veicolo! Le Batterie Tesla sono state testate per 800mila kma livello di laboratorio ovviamente ma molte auto Tesla ormai sono vicine a quella cifra, quindi sono abbastanza reali! Ovvio che se poi uno fa 15k km l'anno e le batterie le butta dopo 200mila km i numeri cambiano!

    • Su alcune considerazioni sarei più prudente, ad incominciare sul chilometraggio possibile per una batteria. Le batterie e ioni di litio invecchiano sia per effetto dei cicli di ricarica, ma anche semplicemente per effetto del mero invecchiamento. Un utilizzo medio per un'auto sono 15.000 km/anno, per fare gli 800.000 che tu stimi la batteria dovrebbe restare in servizio la bellezza di 53 anni! Sono favorevole all'elettrico, ma sarebbe meglio lasciare che l'introduzione sia più graduale e studiare bene come invecchiano questi oggetti mentre i produttori ampliano gradualmente la capacità produttiva. Accelerare oltre modo la sostituzione rottamando di macchine a combustione interna relativamente giovani non ha nemmeno benefici ambientali rilevanti. Ci vuole buon senso.

  • Un'auto elettrica pesa molto di più di un'auto termica, basti pensare che un pacco batterie pesano mediamente 300 kg, conseguentemente le gomme e l'impianto frenante sono più sollecitati e stressati quindi emettono più sostanze inquinanti. Un caro saluto.

    • 2 qli su una media di 15 / 17 non è che sia una differenza schiacciante. Le auto elettriche ( ed anche ibride ) frenano con la trasmissione, per poter fare la famosa frenata rigenerativa. Solo sul discorso pneumatici, potrebbe essere corretto. Anche se l'erogazione lineare del motore elettrico probabilmente è meno stressante per gli pneumatici a confronto della trasmissione manuale o degli automatici a convertitore di coppia.

    • @Nicola Andreetto Nicola, Qual'è il modello di Mercedes a cui viene accostata la tesla model 3? Nel lungo video non mi sembra sia stato citato, o forse non c'ho fatto caso io, nel secondo caso chiedo venia. Detto ciò credo sia corretto paragonare le mele con le mele e le pere con le pere. Ovvero auto concorrenti tra loro e che appartengono allo stesso segmento. Sorvolando sulle performance dinamiche (non ho detto assolute), che sono a netto favore delle auto termiche ecco brevemente la differenza di peso tra la tesla in questione e le sue dirette concorrenti: La model 3 è una berlina sportiva e ad essa possono essere paragonate la BMW 330i, l'Audi S4 e, per restare in casa nostra, l'Alfa Romeo Giulia veloce. L'unica, o quasi, rivale diretta della model 3 di Mercedes è la AMG C43 4Matic. Il peso della model 3 è di 1850 kg, la 330i pesa invece 1550 kg (300 kg in meno), la S4 pesa 1625 kg (225 kg in meno), la Giulia veloce 1600 kg (250 kg in meno) e la AMG C43 4Matic 1650 (200 kg in meno).

    • nelle auto elettriche con i freni immetti meno particolato rispetto alle ICE perchè sfrutti molto la frenata rigenerativa!

    • Ok, giusta precisazione, mettiamo qualche numero: peso dichiarato Tesla Model 3 da 1.611 a 1.860 kg. Peso dichiarato Mercedes C220d da 1.505 a 1.955 kg.

  • 2990 euro ????👎

  • Informazione chiara ed utile. Grazie 👍🏼

  • Grazie delle info

  • Bravo, bel video, poco urlato e molto ben dosato nei tempi tra strada e soste...

  • Molto chiaro

  • Grazie per le informazioni molto chiare. (Per fortuna che non dai più la manata sulla videocamera alla fine del video, m'avevi fatto tutti e due gli occhi neri! 😂 )

  • Hai ancora il transalp 700? sei si, sapresti dirmi i consumi di quella moto?

  • non ero ancora iscritto ma continuavo a vedere i tuoi video, un genio!

  • Chiaro ed esauriente come sempre....grande Motoreetto 👍🏻

  • Che bella recensione! Bravo! Spero un giorno farai la recensione della nuova six days 440, della v7iii e della v85tt

  • Bravo, semplice e chiaro. Grazie!!!

  • Quindi dai fin che NON nevica c’è speranza ,fortuna io parto domani 😜✌️🏍

  • Finalmente un bel video di chiarimento, complimenti

  • Ciao, vorrei comprare un cinquantino come moto (Aprilia RS o Derbi gpr o Yamaha tzr). C'è qualche variazione a questo discorso o vale lo stesso? Se sì, cosa è necessario fare?

  • Bravo! Bel test....

  • Perché lo scarico tappato?

  • Salve...chiedevo se scalda molto d'estate?

  • non c'è niente di male? questi usano usano la bandiera tricolore e un nome molto poco tedesco o ancor meno tailandese e dici che non c'è niente di male?

    • per "niente di male" intendo che non è illecito, anche se border line. Se la scelta mi fosse piaciuta non l'avrei sottolineata... Per ora mi limito a segnalare la cosa.

  • Bella come dovrebbe essere la capostipite di una categoria! Ha dato il via a questa moda delle Modern Classic i competitors possono solo imparare e poi che peso quel Brand! Esibirla vuol dire coprirsi di fascino e facoltà e sapienza! Un oggetto da tramandare di padre in figlio da mettere in salotto a secco quando la schiena ne avrà abbastanza!

  • Ciao Motoretto, zaino carino! Come i veri crostoni ho dato un'occhiata nel web e tenendo conto delle spese di spedizione questo costa 1,13 centesimi in meno, 37,98€ contro i 36,85€ di questo Brandit. Esteticamente comunque meglio xlmoto. www.fc-moto.de/epages/fcm.sf/it_IT/?ObjectPath=/Shops/10207048/Products/Brandit-BW-Hunter-Backpack/SubProducts/Brandit-BW-Hunter-Backpack-0004

  • Finalmente qualcuno che spiega !!!

  • Finalmente una recensione di questo zaino in ogni aspetto! Ottimo! Dello zaino di xlmoto di trova sempre e solo quella dello slipstream

  • non ci siamo, il bello della moto e partire e non pensare più a nulla, non avere l’angoscia di risparmiare energia e sperare di trovare una colonnina di ricarica, quando avranno 350/400 km di autonomia e ricaricabili in 5/10 min. allora è un altro discorso, poi se uno la usa per il tragitto casa lavoro va benissimo, ma per partire senza avere pianificato un tragitto in quel caso no

  • qui in Brasile, adoriamo questa moto. Vieni qui per viaggiare molto.

  • Salve Nicola, innanzitutto complimenti x i tuoi video e le tue recensioni, infatti e grazie ad una di queste che mi sono deciso ad acquistare la Yamaha FJR 1300 AS. Ma arrivo ad un quesito,visto che ci hai fatto parecchi km, la mia già da nuova ha un fastidioso rumore tipo clonk all avantreno, tu, hai mai notato questa cosa, soprattutto viaggiando su strade non perfettamente asfaltate, con qualche avvallamento o dissestate? Scusami la lungaggine, ma mi saresti particolarmente di aiuto.......

    • @Nicola Andreetto Grazie mille, in occasione del primo tagliando faro verificare meglio.......

    • Ciao sull'esemplare che avevo io non ho notato nessun rumore sospetto. Prova a portarla in officina, non so cosa possa essere.

  • Scarpa chesual?

  • Meglio del leoncino benelli che ti prende per il k...

  • Grazie per la recensione!!👍👍

  • Spero la facciano seriamente... A me piace molto... Se non sbaglio monterà un motore KTM..... Vedremo il prezzo.... Io sto cercando qualcosa che mi consenta viaggi lunghi e confortevoli con costi di gestione ragionevoli e che non sia un problema fare tratti di sterrato....

  • Con l'eccellenza italiana in fatto di abbigliamento moto, buttare 180 euro per scarpe fatte in Thailandia per tedeschi e che sfregia la bandiera italiana, direi anche no. Grazie cmq per la rece

    • Non è tanto il dove vengono fatte, perchè anche le mie amate Sidi sono abbastanza convinto che siano made in PRC, ma lo sfoggiare impunemente un nome italiano e la nostra bandiera, tanto per sfuttare la buona nomea dei prodotti da moto made in Italy, mi fa girare piuttosto le balle... Tanto più che a quel prezzo ci prendo un prodotto delle nostre marche vere che, se anche sono fatte comunque in oriente, almeno non scimmiottano nessuno. 😠

    • Non mi piace il fatto della bandiera italiana su delle scarpe che di italiano non hanno nulla......la cosa che però fa incavolare è quando compro l' italianissima Dainese Ed è fatta in Cina anche quella

  • L'ho provato oggi. Bello, pratico, veloce e leggero. Unica cosa che non ho compreso ne condivido, è la scelta di aver predisposto il freno anteriore a sinistra e il posteriore a destra. Mah! Qualcuno me la sa spiegare? Grazie

  • Fischia 180€ per delle sneaker! A quella cifra ho comprato i miei sidi in goretex!

  • I wish you good luck with your channel!!

  • Perché vengono messi i colori della bandiera italiana ?

    • @Nicola Andreetto quindi possiamo produrre auto e moto con nome e bandiera tedesca???? Sarebbe un'idea ....

    • Come dico nel video la trovo una "nota stonata", legata alla presunta italianità di tale Enrico Vanucci, il quale dovrebbe essere il designer dei prodotti con questo marchio. Su questo, però, ci dobbiamo fidare di quanto dichiarato da Louis in quanto ad oggi personalmente non ho mai trovato traccia di uno studio o designer con questo nome.

    • Dario Massini La definirei una “Cinesata” nonostante non vengano prodotte neanche li

  • Bella recensione. Potresti recensire la SIX DAYS nuova? Versione verde

  • Ricorda l'ultima transalp, ma di certo rivisitata in maniera ottimale! Veramente bella. Non capisco però perché per una moto così debbano fare un concept...

  • Da neofita, senza alcuna esperienza del mondo moto. Una domanda sul periodo di acquisto, quale sarebbe il migliore da NOVEMBRE a FEBBRAIO, in quale mese la compreresti?

  • Inquadrare il marchio e il nome rubato quando in realtà la moto cinese non ha niente a che fare con il leoncino non è bello...da italiano non la vorrei neanche se me la regalano. Mi fanno ridere quelli che la comprano... i cinesi cel'hanno piccolo ma glielo fanno sentire mi sa.

  • Ero ieri al EICMA, ho cercato la Verve, ma NON l’ho trovata… sai come mai?

    • @Nicola Andreetto peccato, volevo far provare a mia moglie la seduta. purtroppo nella mia regione, Friuli Venezia Giulia, nessuno dei concessionari ne ha una da fargli provare )-;

    • Quest'anno non hanno lo stand. Partecipare a Eicma può essere un investimento non indifferente per una piccola compagnia, per cui ogni azienda decide le proprie strategie di marketing. Loro da sempre prediligono il web.

  • Bellissima

  • La nuova moto di Edi Orioli 😜

  • E si, cercano di rilanciare il marchio con una tipologia di moto che non si fila nessuno... ma che hanno nel cervello?

  • La trovo veramente bella, un vera novità in mezzo a tutto un po uguale...

  • Azz Husqvarna comincia a fare sul serio,l'unica vera novità e l'unica vera moto,peccato sia solo un Concept. Che ne pensi Nicola?

    • A me piace molto ed è un po' più di un concept. Se la guardi bene è già piuttosto avanti nello sviluppo anche perché la base in casa ce l'hanno già ed è collaudata. Credo che la vedremo, magari con qualche modifica, ma la vedremo.

  • Vado oltre al fatto della stronzata colossale del non usufrutto dello sconto se abbini macchina e moto al telepass: il caro youtuber a chi li faccio il complimento di esprimersi in nome di tutta la comunità di motociclisti ha detto che ormai continuerà ad usare il telepass perché fa parecchie autostrade, ma la realtà e che più del 70% degli utenti usano le autostrade non più di 10 volte all'anno e molti di loro non lo fanno appunto per evitare i costi dell'autostrada, ma se io ci condividessi questo pensiero: se non ci fosse il canone telepass? se fosse gratuito? Vabbè diciamo se ci fosse magari compreso col bollo auto su cui non ne paghiamo poco, non sarebbe magari uno stimolo per usare di più l'autostrada in modo che quei 24 euro del canone verranno compensate con l'aumento d'incasso per l'uso dell'autostrada che ciò può comportare? Poi perché ancora dobbiamo utilizzare un dispositivo per il telepass quando si può implementare un sistema di riconoscimento di targhe in ogni casello usando le telecamere che ci sono? Cosa ne pensate? Lo so, è una genialata ma siamo in Italia e su queste discorsi win win (vince lo stato e vince il popolo) non penseranno mai mentre i politici pensano solo alle loro poltrone

  • Se riuscissero a fare delle moto elettriche simili ai 125 cc in prestazioni le comprerei subito ma cosi nn andiamo da nessuna parte

  • Bella

  • Se solo mettessero in produzione l'Askoll Elò...

  • All’asilo ne ho progettate di simili 😂

  • Secondo me con questa su può girare il mondo 🌍 💪✌️

  • Bella, a me piace parecchio... Non apprezzo particolarmente solo la grafica 🤷‍♂️

  • Similar to the colour layout of the legendary RS 250 - Wonderful!!!

  • troppa cara meglio la mia ts..ovvero tacchi e suola..

  • Ma quello nel quadro è fraws

  • Complimenti per la recensione con i pro e i contro del prodotto e soprattutto a chi è indicato

  • Capisco che c’è poco da dire su di un casco, ma perché una recensione così lunga giusto per fare 12 min di video?

  • finalmente una bella recensione, complimenti

  • Bella recensione!!👍👍